L’IMPORTANTE NON E’ VINCERE…

“Per ogni individuo,lo sport è una possibile fonte di miglioramento interiore” 

(Pierre de Coubertin)

L’attestato di partecipazione al torneo volley nella città di Sakaraha in Madagascar, è il nostro premio da vincitori!

La squadra Mondobimbi composta dai nostri bravi ragazzi (tutti adottati a distanza) è andata in trasferta a mettere in mostra le proprie qualità.

Non abbiamo vinto ma siamo ugualmente orgogliosi.

Sono Tornata!

La presidente Mondobimbi Onlus torna dal viaggio in Madagascar e scrive…

  vedi foto del viaggio

Sono passati quasi 10 anni da quando per la prima volta viaggiai per il Madagascar alla volta del centro Mondobimbi a Tulear.

Volli andare di persona in Africa perché desideravo conoscere i miei figli adottati a distanza, a quel tempo ero una semplice mamma sostenitrice.

Partii in compagnia dell’allora presidente Mondobimbi, Loris Barbieri.

Giornalmente appuntavo in un piccolo diario, con vari pensieri, ciò che di bello mi accadeva laggiù, in quella mia prima esperienza africana. Mettevo nero su bianco le mie emozioni e le mie meraviglie di fronte alle opere di Mondobimbi

 

Loris, tornati a casa, prese i miei scritti e con l’aiuto di altri soci sostenitori li impaginò e li stampò in un libricino che poi fece il giro di mezza italia.

Oggi, per fortuna o per sfortuna non saprei, abbiamo le nuove tecnologie internet che anch’io ho usato durante questo mio ultimo viaggio. Non ho scritto nulla su fogli di carta, ma al contrario ho documentato tutto in presa diretta su un piccolo schermo di un comune telefono tecnologico che IMMEDIATAMENTE,
superando le distanze temporali e kilometriche, mi ha collegato con il mondo.

Mi sono sentita come l’ inviata di un giornale che, tra foto, video e pensieri, doveva raccontare la missione-Africa per testimoniare il lavoro svolto dalla nostra associazione in Madagascar.

Per questo, sono stata costantemente in comunicazione con tutti, attraverso Skype, Whatsup, facebook, mail. E’ bastato avere una linea internet, e buona volontà.
Tal volta mi è sembrato addirittura di non aver mai lasciato la mia casa.

Devo ammettere che è stato molto più facile testimoniare la realtà associativa con l’ausilio delle
nuove tecnologie: le foto subito condivise, i miei pensieri trascritti a caldo, i sorrisi dei ragazzi con le loro voci registrate e mandate nell’etere, le carezze dei bambini nei video, i balli,le risate, il lavoro di ufficio, le lezioni nelle classi delle scuole,i pranzi condivisi nelle mense con tutti i bimbi.

Ogni cosa che ho passato e fatto in circa 20 giorni del mio viaggio da presidente Mondobimbi Onlus è stata documentata.GUARDA QUI TUTTE LE FOTO.
Lascio alle immagini parlare del nostro lavoro come associazione.

Naturalmente devo ringraziare tanti, e sono molti: tutti i sostenitori, i volontari, i consiglieri in Italia e lo staff in Madagascar, i nostri studenti,le loro famiglie e molta gente di Tulear, ma lasciatemi ringraziare
una persona in particolare a cui tra l’altro voglio tanto bene, Marika, la nostra volontaria in Madagascar che da mesi lavora per noi, per i bambini Mondobimbi, per migliorare il nostro lavoro
la nostra Missione e che mi ha aiutato tantissimo in questo viaggio.

Grazie infinite Marikà con l’accento sulla “a” come la chiamano i nostri bambini!!!.

Sandra Ferretti

io e Marikà

Marika Giusti volontaria in Madagascar

Tra i sorrisi dei ragazzi, c’è anche quello di Marika Giusti, la nostra volontaria in Madagascar  nonché consigliere nel direttivo dell’associazione Mondobimbi Onlus in Italia

Marika, per il secondo anno consecutivo, affronta un altra bellissima esperienza di vita in Africa, quest’anno pure con l’onere di ricoprire un ruolo di responsabilità all’interno della stessa organizzazione ONG Mondobimbi in Madagascar

  

UN GESTO CHE ANNULLA LE DISTANZE

“Aiutare anche un solo bambino è una bella storia d’amore”. E. Kaiser
Il sostegno a distanza ci avvicina a bambini bisognosi che vivono lontano da noi.
Grazie al vostro aiuto, noi  possiamo assicurare ad ogni bambino, educazione scolastica, sostegno alimentare, assistenza sanitaria,  il tutto, nel rispetto delle leggi e normative che troppo spesso vengono dimenticate e/o calpestate dalla stessa società.
L’adozione a distanza contribuisce a promuovere lo sviluppo umano a 360 gradi, iniziando per primo dall’educazione scolastica. L’obiettivo principale che ci prefiggiamo di ottenere è quello di rendere il bambino che nel frattempo è diventato uomo,indipendente, ed in grado di progredire con le sue stesse risorse e capacità.
Tutti i bambini del mondo hanno il diritto di vivere un’infanzia dignitosa. Noi, con un piccolo GESTO, possiamo contribuire a donare quel diritto, così importante e fondamentale, anche a chi sembra destinato a non averlo.
 
Sophie, Raissa, Ceci Jirenah e Priscilla possono studiare

Sophie, Raissa, Ceci Jirenah e Priscilla possono studiare

 

Prima di tutto la SALUTE

LA SALUTE NEL PROGETTO Mondobimbi “AFAKA”

I NOSTRI INTERVENTI A FAVORE DEI BAMBINI RIGUARDANO:

• assistenza sanitaria per i nostri beneficiari a 360 gradi, che comprende visite mediche, ospedalizzazione, distribuzione di farmaci e un monitoraggio continuo sulle loro condizioni e i loro progressi di sviluppo fisico.

sostegno all’educazione igenico-sanitaria primaria dei bambini e delle loro famiglie.

 

 La nostra infermiera professionale durante una visita di controllo presso l’ambulatorio della scuola Rossignol a Tulear

Il Progetto Afaka (Libera)

“L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione”NELSON MANDELA 

Perché adottare un “bambino a distanza”?

Nel mondo sono milioni i bambini che vivono in condizioni disumane : sono emarginati, sfruttati e non hanno accesso all’istruzione “Adottare e sostenere un bambino a distanza” vuol dire donare una speranza e una possibilità ad uno di questi piccoli sfortunati. Con un minimo impegno puoi fare molto. Perché non provarci?

“Afaka” che in lingua malgascia significa LIBERA, è un progetto che da molti anni sta portando avanti con successo l’associazione Mondobimbi Onlus. Con il sostegno di generosi amici, offriamo cibo, istruzione assistenza sanitaria a bambini poveri e alle loro famiglie.Finanziamo col microcredito piccole attività commerciali di sussistenza.Stimoliamo il legame dei ragazzi con la loro comunità e le loro tradizioni.

Che fa Mondobimbi nel villaggio di Ambingivato?

Sono circa 800 le persone che vivono in questo villaggio rurale nel Madagascar di cui 210 sono bambini in età scolare,la popolazione vive di agricoltura e allevamento.
Ambingivato si trova nella parte nord -Ovest del Madagascar e precisamente a 64 km dalla città più importante di Befandriana nella regione di Mahajanga.
Ma, che ci facciamo noi di Mondobimbi da queste parti?

La nostra associazione ha voluto aiutare gli studenti di questo villaggio donando qualche piccola fornitura di materiale scolastico. La richiesta d’aiuto ci è arrivata tramite nostri amici collaboratori. Ci siamo limitati a rifornire la suddetta scuola di quaderni e penne, oggetti comunque molto preziosi in questa parte del Madagascar. Ogni studente, grazie al contributo dei nostri fedelissimi sostenitori, ha potuto ottenere per questo nuovo anno scolastico 5 quaderni e 4 penne ciascuno.
Gli scolari di Ambingivato hanno dei risultati eccezionali fuori dal comune, infatti sono studenti intelligenti, meritevoli, nessuno per l’anno 2012- 2013 è stato bocciato: è questo un altro curioso motivo che ci ha spinto a premiare questi bimbi con un semplice dono.

vedi tutte le foto clicca qui 

Un esempio di Microcredito

“Verso la creazione di una grande fattoria”

La nostra associazione in Madagascar si è attivata in favore di alcuni  nuovi progetti ed iniziative partendo dall’idea di finanziare le famiglie dei nostri bambini sostenuti a distanza con Microcrediti. Siamo convinti che l’aiuto donato debba essere occasione di un cambiamento durevole e questo ci ha spinti a cercare nuove forme di sostegno che offrono opportunità di crescita  e sviluppo. Ecco che vi presentiamo un esempio diMicrocredito che sta favorendo lo sviluppo di una attività agricola per l’allevamento di animali da cortile. Questo progetto, partito dal nulla, promette bene anche grazie alla determinazione e l’intuito imprenditoriale dell’ideatrice, la signora Jeanne D’Arc che dal nome non poteva che avere un carattere deciso e forte, ingrediente questo che ci fa ben pensare a lei come ad un futuro titolare di una grande fattoria. 

La famiglia di Jeanne d’Arc è originaria della regione di Haut-Matsiatra ed è formata da 6 bambini (tutti quanti ospiti nei nostri centri scolastici) e da lei che è rimasta vedova nel 2010 dopo la morte del marito dovuta ad un tragico incidente.

Attualmente la signora Jeanne D’Arc gestisce un allevamento con 50 polli , 3 maiali adulti e 15 maialini di 3 mesi.

Per l’allevamento dei polli Jeanne ha ottenuto il Microcredito dall’associazione Mondobimbi Onlus ed ha come obiettivo quello di sviluppare la vendita giornaliera di uova.


I nostri collaboratori in Madagascar, hanno fatto delle domande a Jeanne riguardanti la propria attività, una breve intervista.

Jeanne, c’è stata un’evoluzione nella vostra famiglia da quando hai potuto avviare questa attività ?
R :Si! Attualmente ho un lavoro con cui potermi realizzare e che mi permette di provvedere ai bisogni quotidiani della mia famiglia. Oltre agli allevamenti di polli e suini, ho pure la possibilità di lavorare come inserviente presso la mensa Mondobimbi della scuola Rossignol dove studiano i miei figli. Con il nuovo Microcredito che ho ottenuto spero in una proficua produzione di uova che mi permetterà di  poter ingrandire e migliorare la mia attività.
Come procede il rimborso del finanziamento ?
R : Pago all’associazione una quota fissa mensile fino a che non avrò rimborsato l’intera somma donata.
Speri che il progetto dei microcrediti a favore dei genitori continui ?
R :Si, lo spero.E spero di poter ricevere ancora dei finanziamenti per esempio per l’acquisto di alimenti per i suini.
Qual’è il cambiamento che speri per il tuo avvenire e per quello della tua famiglia ?
R : Io spero nell’autonomia finanziaria in modo da poter provvedere ai bisogni fondamentali della mia famiglia come facevamo in passato.
Qual’è il tuo messaggio per i nostri finanziatori dei progetto di microcredito ?
R : Vorrei ringraziare di cuore tutte le persone che hanno finanziato tramite le donazioni i progetti dei microcrediti. Auguro a tutti gioia, prosperità e salute.  A nome di tutte le famiglie Vi esorto a continuare a sostenerci perché il vostro aiuto al momento è indispensabile.Grazie.

Il “Partage” la condivisione

Il “Partage” è la condivisione degli alimenti che la nostra associazione distribuisce settimanalmente ai familiari dei nostri bimbi adottati a distanza. Tutti i sabato mattina, nel nostro centro a Tulear si effettua la ripartizione dei viveri come olio, riso e legumi, un aiuto in più che riusciamo a mettere in pratica grazie al contributo di tanti amici!

Per garantire nutrimento ai bambini nei week end e alla sera, forniamo alle famiglie provviste di riso,legumi, cereali, olio e periodicamente prodotti per l’igiene personale: dentifricio e sapone .
Le partage viene distribuito agli oltre 200 alunni.
La consegna avviene all’Ecole Rossignol, la preparazione richiede cura e attenzione: un lavoro a cui tutti gli educatori dell’associazione e le insegnanti partecipano.

Richiesta d’aiuto (le prime abitazioni ricostruite)

Il 10 marzo 2013, il nostro piccolo gruppo di volontari è andato in visita nei quartieri più colpiti della città dalla devastazione del ciclone “Haruna” per visionare i problemi subiti dalle famiglie dei nostri bimbi.

 clicca qui per vedere il video del disastro

                       Clicca qui per vedere le foto della ricostruzione avvenuta grazie alle donazioni pervenute
                                                           

Sono molti i danni del ciclone. Le case del quartiere, che non sono altro che piccole capanne costruite con materiale fragile come legno,canne, e paglia, sono state trascinate via dalla furia del vento e dalla conseguente ondata di piena del fiume che scorre non lontano da Tulear. La povera gente indifesa contro tale violenza è rimasta senza niente, e si trova ora in completo stato depressivo. La nostra associazione ha già stanziato un piccolo fondo

e provvederà alla ricostruzione di qualche abitazione, partendo prima dalle situazioni più urgenti. Riteniamo però di avere la possibilità di fare di più se qualcuno di voi riesce a donarci del denaro da utilizzare nei progetti di ricostruzione.Un piccolo aiuto anche minimo può fare tanto.

In elenco gli interventi di ricostruzione e donazioni effettuate

AIUTO PER I SINISTRATI DEL CICLIONE HARUNA

Il ciclone Haruna si è abbattuto sull’isola del Madagascar nella serata del 21 febbraio, con venti violenti fino a 170 km/h e piogge torrenziali. Il bilancio del passaggio del ciclone è pesante,ci sono state vittime, dispersi, feriti ed un elevato numero di famiglie si sono ritrovate senza tetto.

La città più danneggiata è stata purtroppo Tulear sede della nostra missione.  Fra la popolazione colpita, si elencano più di dieci famiglie i cui bambini sono sostenuti da Mondobimbi (adottati a distanza).

Il 10 marzo 2013, un piccolo gruppo di volontari insieme  con la presidente dell’associazione Sandra Ferretti, sono andati in visita nei quartieri più colpiti per visionare i problemi subiti dalle famiglie suddette. Vista la situazione drammatica la nostra associazione ha stanziato un fondo di 1.500 euro destinato ad apportare un primo ed urgente aiuto necessario. I soldi stanziati sono stati distribuiti secondo i bisogni per ogni  famiglia: si è intervenuti per la ricostruzione di due abitazioni, la riparazione della casa e l’acquisto di materassi, pentole, abiti, forniture scolastiche e altri articoli casalinghi.

COSTRUZIONE Delle CASE

Le due costruzioni(case) hanno un valore di  2500000Ar ciascuna

 

Famiglia di  Jean Baptiste : Elinah Jean Baptiste, Tovondrainy Jean Baptiste, Natacha

La famiglia di Jean Baptiste abita nel quartiere di Anketraky : Questo quartiere è stato duramente colpito dal passaggio del ciclone.La casa di Jean baptiste è stata distrutta e non ne è rimasto niente. Per questa famiglia è stato possibile ricostruire una nuova casa in lamiera

Famiglia di Lilia Melanie Fidéline : Jessica,Vanessa, Naomie

Anche la famiglia Lilia abita nel quartiere d’Anketraky e anche la loro abitazione è stata completamente distrutta. Con il fondo stanziato abbiamo potuto ricostruire una nuova casa in lamiera e legno.

ACQUISTO DI MATERASSI, PENTOLE, ABITI, FORNITURE SCOLASTICHE E ARTICOLI CASALINGHI

Famiglia  Fanjavololona Marie Nicole : Precillia,

Madame Fanja ha in affitto una casa nel quartiere di Mahavatsy. All’arrivo  a Tulear del ciclone la notte del 22 febbraio, Madame Fanja e la sua famiglia si sono rifugiate da amici perché la casa cominciava a cedere. Quando, il mattino seguenti sono tornati hanno trovato la casa vuota, non c’era più niente, materassi, pentole, e abiti tutto era perduto. Alla famiglia sono stati donati 95.500 Ar per l’acquisto di questi materiali.

Famiglia Marguerite : Loubiens, Norovelo

La famiglia di Marguerite abita nel quartiere di Tsongobory, dove il fiume Fiherena sfocia nella città di Tulear. Lo straripamento del fiume ha causato perdite per questa famiglia. Alla famiglia sono stati donati 90.400Ar per l’acquisto di oggetti casalinghi e abiti

Famiglia Razandratiana Justine : Jean de Dieu, Vanessa, Arson, Elodie,

La famiglia Justine abita nel quartiere Betsingilo, il ciclone ha fatto danni significativi alla casa. Per l’acquisto di attrezzature, materiali e casalinghi la famiglia ha ricevuto una donazione di 97.500Ar

Familglia  Dorothée Eugénie : Agnès Thorine, Olivier Nestor

La famiglia Dorothée abita nel  quartiere  d’Antaravay, questa ha subito la perdita di materiale durante il passaggio  del cyclone. la famiglia ha ricevuto una donazione pari a 95.600 Ariary.

Famiglia  Faramana Jeanne : Mbolatiana, Noela

La famiglia Faramana Jeanne abita nel quartiere Andaboly. Il passaggio del ciclone Haruna ha causato danni materiali con l’aiuto dell’associazione di 184.500Ariary abbiamo potuto acquistare la nuova fornitura di casalinghi e oggetti perduti.

 Famiglia Salina Margueritte : Sandra, Rodrigue

La famiglia di Salina abita nel quartiere di Besakoa. Questa famiglia ha ricevuto 93.400Ariary per riparare ai danni subiti.

Famille Narison Paul : Jean Paul, Jean Louis, Nasoronay

La famiglia Narison  Paul abita nel quartiere di Montombe. Lors du passage du cyclone,  questo nucleo familiare è stato colpito e ha perso del materiale necessario per la vita quotidiana loro hanno ricevuto un aiuto in denaro pari a un valore di 94.400Ar

RIPARAZIONE DELLE ABITAZIONI

Famiglia  Meltine : Dieu Donné, Nestor

La famiglia  Meltine abita nel quartiere Mahavatsy. La loro abitazione non ha resitito al passaggio del forte vento ed è perciò inabitabile. La famiglia ha fatto richiesta di un aiuto per ripararla e sono stati necessari 220.000Ariary.

Famiglia Aimé Marcelline : Fatima, Talia, Alexandre

La famiglia Marcelline abita nel quartiere di Andaboly. Per riparare la casa danneggiata ha ricevuto in donazione i materiali di ricostruzione per un ammontare di 400.000Ariary

Famiglia  Zera : Alexandrine, Georges, Elis, Gervé.

La famiglia Zera abita nel quartiere div  Ankatsaky. Per riparare la casa danneggiata ha ricevuto in donazione i materiali di ricostruzione per un ammontare di 200.000Ariary.

 

RIPARAZIONE E ACQUISTO MATERIALI CASALINGHI E ABITI

 

Famiglia  Jeanne d’Arc : Bernadette, Germain, Marie Louise, Lalaina, Bertand

La famiglia di Jeanne abita nel quartiere di Mangabe. A causa del passaggio del ciclone Haruna la loro casa ha subito danni e molte cose sono andate perdute o distrutte.Questa famiglia ha ricevuto in donazione 212.000 Ariary per riparare alle perdite subite.

 

Famiglia  Véronique : Rolland, Romaria, Samson.

La famiglia di Véronique abita nel quartiere di Betsingilo.Hanno subito danni all’abitazione e la perdita di materassi, abiti e altre cose. .Abbiamo potuto riparare l’abitazione e acquistare la merce perduta con un aiuto di 200.000 Ariary.

 

L’obbiettivo è quello diretto: sostenere le famiglie disagiate ed intervenire subito affinché i poveri sfortunati possano quanto prima continuare a vivere dignitosamente.

per donare: Conto Corrente postale       n° 96103478

                     Poste italiane  IBAN:   IT 50 V 07601 14000 000096103478                                                                      

                                                                 GRAZIE